Realtà aumentata, il nuovo sistema di navigazione di Google Maps

By contenutidiqualita

Google Maps è l’app di maggiore successo del colosso del web, lo strumento di navigazione satellitare più usato nel mondo.

Recentemente abbiamo parlato di nuovi aggiornamenti inerenti proprio questo strumento importantissimo per chi guida, tanti elementi innovativi sono stati e continuano ad essere introdotti. Quello che ci interessa oggi è qualcosa di davvero unico e mai visto prima d’ora, disponibile solo per pochi utenti. La funzionalità AR è l’ultima arrivata su Google Maps, una tipologia di navigazione in realtà aumentata, che finalmente è stata rilasciata dopo tempo dalla sua scoperta. Sembra che comunque non sia tutto immediato, ma resti da aspettare del tempo prima che lo strumento diventi realtà.

Questa novità prevede un funzionamento focalizzato principalmente sul camminare, come ha dichiarato l’azienda sarà disponibile a breve, però all’inizio potrà essere usato solo dalle guide locali. Devono infatti essere eseguiti ancora vari test e prove per fare in modo che l’aggiornamento sia disponibile per tutti. In ogni caso però lascia immaginare che la ricerca dei percorsi in realtà aumentata non sia una cosa così lontana, anzi.

Il funzionamento di base rimane pressoché invariato, Google Maps si appoggia al GPS per la localizzazione dell’utente che usa l’app. Attraverso la fotocamera poi ottiene una posizione più precisa e proietta delle frecce tridimensionali sui luoghi in cui si deve svoltare. Quello che però Google vuole evitare è l’utilizzo esagerato di questo sistema innovativo, della realtà aumentata per andare in giro. Per questo motivo, per la sicurezza degli utenti, se la modalità AR resta attiva per troppo tempo lo schermo si scurisce e l’app chiede di abbassare il telefono.

Google tiene quindi alla sicurezza degli utilizzatori, evitando che le persone di scontrino, e anche al risparmio di energia e dati della batteria. Quindi la realtà aumentata non andrà a sostituire la navigazione standard che usiamo oggi, ma aiuterà semplicemente in situazioni particolari, con indicazioni poco chiare o in presenza di incroci difficili oppure anche se il GPS, per svariati motivi, non dovesse essere preciso. Questo accade per esempio in città, dove i segnali satellitari spesso si perdono a causa della presenza di edifici molto alti oppure ancora in percorsi con diverse gallerie.

Source: Virgilio Motori

Category: Curiosità, aggiornamento google maps, realtà aumentata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *