Sangue in Vaticano, lo strano omicidio di Alois Estermann, l’uomo che salvò il papa

La notte del 4 maggio 1998, in uno storico palazzo all’ombra del Cupolone, suor Maria Lina scopre i corpi senza vita di tre persone: il comandante dell’esercito vaticano, Alois Estermann, sua moglie Gladys e il caporale Cedric Tornay. Un vero bagno di sangue archiviato frettolosamente dalla Santa Sede senza coinvolgere le autorità italiane. L’indomani i giornali gridano al complotto vaticano per coprire verità inconfessabili.
Continua a leggere

Category: Profondo Giallo

    

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*