Dopo Samsung, anche Qualcomm prende di mira le prestazioni degli iPhone

Dopo Samsung, con la sua campagna Ingenius lanciata di recente, anche Qualcomm si getta all’attacco delle prestazioni degli iPhone, che non sembrano tenere il passo degli smartphone della concorrenza.

Con i primi episodi della campagna pubblicitaria “Ingenius”, Samsung si è presa gioco di iPhone X. Ricarica rapida, fotocamera, mancanza della porta jack e velocità di download sono stati i punti messi in discussione nei singoli spot.

Qualcomm segue in certo senso questa scia con un post sul suo blog riportando dati di Ookla, il noto servizio per eseguire speed-test della rete cellulare. I dati riportati riguardano un confronto tra il modem Qualcomm X20, incluso in diversi top di gamma Android come il Galaxy S9 di Samsung, e il modem Intel XMM 7480 di iPhone X.

Recenti analisi condotte da Ookla […] hanno confrontato le prestazioni della Snapdragon 845 Mobile Platform tra lo Snapdragon X20 LTE e i modem Intel XMM 7480 e 7360 implementati in smartphone non-Android con le reti mobili AT&T e T-Mobile. In generale, le prestazioni su rete cellulare degli smartphone Android basati sullo Snapdragon 845 hanno superato quelle dei dispositivi Intel in ogni metro di valutazione.

L’”attacco” di Qualcomm arriva in un momento particolare. Al momento, infatti, Apple e Qualcomm non sono in ottimi rapporti, anzi si stanno affrontando in aule di tribunale per la presunta violazione di alcuni brevetti. L’azienda di Cupertino vorrebbe tagliare definitivamente la partnership di produzione con Qualcomm, optando per la produzione in proprio dei chip per i futuri iPhone.

L’articolo Dopo Samsung, anche Qualcomm prende di mira le prestazioni degli iPhone proviene da iSpazio.

Category: Notizie, Apple, ingenius, iPhone, iPhone x, ookla, prestazioni, Qualcomm, Samsung, test

    

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*